Truffa del noleggio a lungo termine su Airbnb: Bandiere rosse, la mia indagine e i truffatori smascherati

Truffa del noleggio a lungo termine su Airbnb: Bandiere rosse, la mia indagine e i truffatori smascherati

Si è imbattuto in un appartamento in affitto dove Airbnb deve organizzare il pagamento dell’affitto e la consegna delle chiavi? Non è possibile ispezionare l’appartamento prima di inviare il denaro, per qualsiasi motivo? Continui a leggere per evitare di diventare una vittima di una frode.

Lo scenario della truffa è sempre simile. Il proprietario offre di affittare l’appartamento, con il deposito e l’affitto da pagare tramite Airbnb. Una volta concordato l’affitto, le istruzioni per il pagamento arriveranno “da un rappresentante di Airbnb”. Tuttavia, Airbnb non ha nulla a che fare con l’affitto. I truffatori abusano del nome di un servizio noto per ottenere la fiducia della vittima.

L’obiettivo è attirare denaro il più rapidamente possibile e poi interrompere la comunicazione. Non c’è alcun tour della proprietà, le chiavi non vengono mai consegnate. Seguo le truffe di affitto dal 2014. Conosco persone che hanno perso migliaia di euro. Tuttavia, centinaia di persone hanno risparmiato denaro perché hanno scoperto in tempo questo tipo di truffa. Aggiorno continuamente l’articolo con nuove scoperte, per ridurre al minimo il numero di persone truffate.

Come riconoscere un appartamento in affitto truffaldino

  1. Segnali nell’annuncio

    I truffatori sfruttano le vittime sui siti di annunci di affitto, e meno spesso su Facebook. Creano un’offerta di affitto e di solito rubano il testo dell’annuncio e le foto da qualche altra offerta.

    Poiché di solito sono stranieri che non parlano italiano, rubano il testo dell’annuncio e le foto da qualche altra offerta o utilizzano un traduttore.

    Anche chi vuole solo affittare il proprio appartamento diventa una vittima.

    È possibile sospettare una frode già dall’annuncio. Più i seguenti punti sono presenti nell’annuncio, più è probabile che si tratti di una truffa:

    ⚠️ Prezzo sospettosamente basso

    Il prezzo di affitto pubblicizzato potrebbe essere significativamente più basso del normale affitto di mercato. Mentre l’affitto di mercato è di 800 euro al mese, spese escluse, il truffatore offre la stessa proprietà a 400 euro con tutti gli extra. Deve fare colpo.

    ⚠️ L’annuncio è su server gratuiti

    I truffatori inseriscono le offerte di affitto esclusivamente su server di annunci gratuiti o su Facebook. Spesso, viene indicato solo un indirizzo e-mail come contatto, senza numero di telefono e senza informazioni sul fatto che si tratti del proprietario o di un agente immobiliare.

    A partire dal 2020, i truffatori hanno imparato a bypassare la verifica del numero di telefono italiano. A volte un numero di telefono italiano apparirà proprio accanto all’annuncio, ma non sarà mai possibile contattarlo.

    ⚠️ Non è possibile vedere di persona l’appartamento

    Non è mai possibile vedere di persona l’appartamento che le viene offerto prima di inviare denaro. Una scusa popolare è che l’unico paio di chiavi è in possesso di un truffatore che si trova all’estero.

  2. Comunicare con il locatore e creare fiducia

    Il locatore utilizza quasi esclusivamente l’e-mail per contattarla. Questo gli dà la garanzia dell’anonimato, del tempo e della possibilità di comunicare in una lingua italiana. Anche se il truffatore è solitamente uno straniero, può comunicare da un indirizzo e-mail italiano. Nell’e-mail, può chiedere di comunicare in inglese, che è più facile per lui.

    Un segno rivelatore per alcune lingue è anche la confusione tra maschile e femminile, dove una persona con un nome femminile scrive come un uomo.

    Il truffatore inventerà una falsa identità e la sua relazione con l’Italia. Il suo obiettivo è quello di apparire il più rispettabile possibile, per dare l’impressione di essere una persona onesta e corretta. Spesso afferma di aver vissuto in Italia per diversi anni e di utilizzare l’appartamento come residenza estiva, oppure di lavorare come medico o poliziotto. Chi potrebbe essere più serio di un poliziotto?

    Per aumentare la sua credibilità, può includere documenti scannerizzati – patente di guida, passaporto, carta di servizio e alcune foto private. In tutti i casi, si tratta di furto d’identità (foto rubate o copiate di un altro malcapitato) o di fotomontaggi.

    Può verificare l’autenticità delle foto molto facilmente, basta caricare e cercare su Google Immagini. Verifichi in questo modo tutte le foto che l’inquilino le invia. Se Google trova l’immagine, molto probabilmente si tratta di una truffa. Se esamina alcuni link, ne avrà la conferma immediata.

    Questo tende ad essere sospetto:

    ⚠️ Straniero ha un’email dal provider locale

    Anche se il truffatore ammette di essere straniero, utilizza un indirizzo e-mail che assomiglia al suo Paese per comunicare. Spesso utilizza anche nomi pseudo-locali. Poiché non ha familiarità con le realtà italiane, potrebbe essere facile per un nativo riconoscere che non esiste un nome simile. È come se avessi inventato un nome che suona italiano… e non esiste.

    ⚠️ Truffatore le invia documenti rubati

    Quale modo migliore per ispirare fiducia se non quello di inviare alla vittima i suoi documenti. Chi sospetterebbe che un passaporto, una patente di guida, una carta di servizio di un agente di polizia e una foto privata siano falsi o rubati.

    Una delle prime identità abusate è stata quella del Detective Luca Paight di Cleveland, Regno Unito, intorno al 2014. I truffatori hanno ottenuto il suo passaporto, l’ID della polizia, la patente di guida e una foto che lo ritrae con la sua famiglia e l’hanno utilizzata per creare fiducia nelle vittime.

    Truffa del noleggio a lungo termine su Airbnb: Bandiere rosse, la mia indagine e i truffatori smascherati

    Conosco diversi casi in cui i truffatori hanno approfittato di un cittadino slovacco o tedesco. Sono riuscito a rintracciarli, ho parlato con loro e mi hanno confermato come i truffatori hanno ottenuto questo risultato.

    ⚠️ Come ispirare ancora fiducia

    Il truffatore può affermare di aver vissuto in Italia per diversi anni. Tuttavia, non parla la lingua locale e utilizza un traduttore per comunicare. Anche se non offre effettivamente un appartamento, si comporta come se lo facesse sempre. Chiede informazioni sul numero di inquilini, sulla data del trasloco o su documenti scannerizzati.

    Non gli invii in nessun caso documenti personali. Si espone al rischio di furto d’identità e di abuso. Il truffatore potrebbe offrire affitti o commettere altre attività criminali a suo nome. Se ha inviato scansioni dei suoi documenti d’identità ai truffatori, li denunci come rubati (o usati impropriamente).

  3. Airbnb renderà gli affitti più sicuri

    In uno dei passaggi, il truffatore suggerisce che Airbnb organizzerà l’affitto. Si occuperà del pagamento e consegnerà le chiavi all’inquilino, dato che il truffatore non è in grado di venire in città.

    Si tratta di un’assurdità, Airbnb non consegna alcuna chiave.

    Per aumentare la fiducia, i truffatori a volte preparano siti web falsi che dovrebbero assomigliare a il sito web di Airbnb. La pagina falsa può essere identificata da una serie di piccoli dettagli.

    ⚠️ Indirizzo sbagliato

    Se osserva attentamente, noterà che l’indirizzo del sito non è Airbnb. Invece di com/ è conferma-paysafecard.com/. O qualsiasi altro, ma è sempre importante ciò che precede la prima barra dell’indirizzo. Se ha qualche dubbio sull’autenticità del sito, controlli l’indirizzo.

    Questo metodo si chiama phishing. Il suo scopo è quello di far passare all’utente una pagina falsa che assomigli il più possibile a quella ufficiale. Dato un dominio o un indirizzo e-mail.

    ⚠️ Design copiato

    Il design del sito web dei falsi truffatori copia il design di Airbnb. Non ha nulla a che fare con questo sito web, anzi danneggia il marchio e la reputazione di Airbnb.

    ⚠️ Valutazioni e numero di ospiti e recensori irragionevolmente elevati

    Almeno in questo caso, i truffatori sono stati irragionevoli con il numero di valutatori e ospiti. Mentre altri host di Airbnb hanno valutazioni nell’ordine delle decine e al massimo delle centinaia per gli utenti più attivi, il truffatore vanta 1.639 ospiti e valutazioni da parte di 563 utenti. Le valutazioni sono ovviamente le più alte possibili.

    Questo è particolarmente sospetto per chi offre una proprietà in affitto a lungo termine.

    ⚠️ Distintivo di superhost

    Il truffatore ha anche aggiunto un badge di superhost al suo profilo.

    Questo status viene assegnato agli utenti che soddisfano una serie di condizioni. Queste includono un minimo di 10 prenotazioni completate, un indice di risposta di almeno il 90%, una valutazione dell’utente di almeno l’80% e la chiusura di ogni prenotazione. Il rispetto delle condizioni viene verificato quattro volte all’anno.

    ⚠️ I link non portano a nulla

    Se clicca su un link del sito, questo non funziona o la reindirizza ad una pagina non pertinente del sito reale di Airbnb.

  4. Istruzioni per il pagamento

    Se non interrompe la comunicazione nemmeno a questo punto (cosa che raccomando), la informerà che ha passato l’intera questione ad Airbnb per la risoluzione. Dovrà attendere un’e-mail da parte loro con ulteriori istruzioni su come procedere e, soprattutto, su dove pagare.

    Poco dopo, riceve un’e-mail che finge di essere inviata da Airbnb. In realtà, è ancora una volta inviata da un truffatore, che si può facilmente riconoscere dall’indirizzo da cui è arrivata l’e-mail. Nell’e-mail, c’è una conferma delle informazioni fornite dal truffatore (che non deve essere, visto che è lui a inviare le e-mail) e le istruzioni per il pagamento.

    1️⃣ Pagare in modo anonimo con Paysafecard

    Qualche tempo prima del 2019, le carte prepagate Paysafecard venivano spesso utilizzate per trasferire denaro.

    Paysafecard è un sistema affidabile che opera in tutto il mondo, ma purtroppo è stato favorito da alcuni truffatori. I trasferimenti di denaro attraverso di esso sono piuttosto difficili da rintracciare.

    Un truffatore, o un truffatore che si spaccia per Airbnb, le chiederà di acquistare dei voucher Paysafecard per l’importo dell’affitto concordato. Le chiederà poi di inviargli i numeri e i PIN dei buoni acquistati. Una volta inviati al truffatore, lei perderà il denaro.

    Il truffatore trasforma immediatamente il denaro in contanti ed è quasi impossibile recuperarlo.

    2️⃣ Pagamento su un conto bancario

    Nel 2019, i trasferimenti di “affitto” su conti bancari esteri, il più delle volte in Germania, sono diventati più frequenti. Ad esempio, mi sono imbattuto personalmente in un conto presso SolarisBank, che è gestito con licenza tedesca.

    Ci sono indicazioni che i conti bancari vengono creati su cavalli bianchi e il principio di funzionamento di SolarisBank può consentire ai truffatori di creare un numero infinito di numeri di conto unici.

  5. Cosa fare se è stato truffato

    Dipende dal punto in cui si trova, tuttavia le consiglio di seguire questi passi:

    1️⃣ Interrompere il flusso di denaro

    Se ha inviato denaro tramite bonifico bancario, contatti immediatamente la sua banca e chieda di interrompere il trasferimento. Faccia lo stesso se ha fornito il numero della sua carta di credito all’altra parte.

    Spoiler: La probabilità di riavere il suo denaro è relativamente bassa. Conosco solo un caso dell’agosto 2022, in cui una vittima slovacca ha contattato la banca e ha riavuto il denaro sul suo conto il giorno successivo. Tuttavia, chiami la banca.

    Se ha già acquistato dei coupon Paysafecard, bloccarli immediatamente.

    2️⃣ Si rechi alla polizia per presentare una denuncia penale

    .
    Si rechi alla stazione di polizia più vicina e sporga una denuncia penale per frode contro un autore sconosciuto. La polizia scriverà tutto con lei e lei potrà documentare le e-mail dei truffatori come prova. Non cancelli nessuna e-mail.

    Se ha inviato al truffatore copie dei suoi documenti, lo denunci alla polizia e chieda conferma che i suoi documenti possano essere utilizzati in modo improprio. È molto probabile che i truffatori utilizzino il suo nome e i suoi documenti in future pubblicità.

    Se la polizia contatta Paysafecard o la banca, fornisca loro informazioni su chi si trova dall’altra parte della transazione.

    Spoiler: è improbabile che la polizia riesca a individuare i colpevoli. Devono seguire la legge e i truffatori provengono dall’estero. Spesso da Paesi in cui la cooperazione internazionale è estremamente difficile. Ad esempio, il truffatore di Facebook Marketplace che ho smascherato viveva in Burkina Faso.

    3️⃣ Segnalare l’annuncio e l’indirizzo e-mail come fraudolenti

    Scriva all’operatore del sito in cui ha trovato l’annuncio e lo avverta del comportamento fraudolento. Può inviare un link a questo articolo. L’obiettivo è quello di eliminare l’annuncio da internet il prima possibile, in modo che non ci siano più truffatori.

    Allo stesso modo, faccia bloccare l’e-mail utilizzata dai truffatori.

    4️⃣ Mi faccia sapere

    E infine, per favore: Se si è imbattuto in uno scenario di truffa diverso da quello che ho descritto nell’articolo o in altre identità rubate, mi informi all’indirizzo novak@vpnwiki.com. In questo modo posso rimanere nel giro e mettere in guardia altre potenziali vittime. Più informazioni mi fornisce sulla truffa, meglio è.

  6. Aggiornamenti e cambiamenti nel comportamento dei criminali

    Nel riepilogo che segue, elenco le identità note che i truffatori utilizzano nelle pubblicità e nelle comunicazioni. Oltre ai nomi, pubblico deliberatamente indirizzi, e-mail, numeri di telefono e numeri di conto corrente. Pubblicandoli, questo articolo può essere rintracciato da altre persone che potrebbero voler affittare un appartamento dai truffatori.

    Per sicurezza, ripeto: le persone reali elencate di seguito non hanno nulla a che fare con le truffe, i loro documenti e le loro identità sono stati utilizzati in modo improprio.

    • Eduard Wiest (wiest.eduard1962@gmail.com)
    • Hertin Loer (hertinloer@gmail.com)
    • Sabrina Lauenstein (sabrina.lauenstein22@hotmail.com)

    🔴 Febbraio 2022: Identità Barbara Christine Baehr + passaporto tedesco

    I truffatori stanno sfruttando l’identità di Barbara Christine Baehr in relazione ad almeno un appartamento a Sternberg. Per aumentare la credibilità, inviano una fotocopia di un passaporto a nome della dottoressa Barbara Christine Baehr Hoffmann con l’anno di nascita 1953.

    È interessante notare che Barbara Baehr è una nota entomologa tedesca con un profilo Wikipedia in diverse lingue. Lo scenario della frode è identico ai casi precedenti. La comunicazione avviene dall’indirizzo e-mail barbara.christinebaehr1953@gmail.com.

    Ho contattato la vera dottoressa Barbara Christine Baehr il 20 febbraio 2022. Mi ha confermato che la sua identità è stata rubata quando voleva affittare un appartamento a Tubinga, in Germania.

Questo articolo su Truffa Airbnb è stato originariamente pubblicato in ceco dallo stesso autore. Questo post ne è una traduzione. I fatti descritti nell’articolo si basano sull’esperienza dell’autore con le truffe nella Repubblica Ceca. In Italia alcuni dettagli o procedure potrebbero differire.

Scriva la sua esperienza

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.