IVPN Recensione 2024: 3 svantaggi e 5 vantaggi

IVPN Recensione 2024: 3 svantaggi e 5 vantaggi

6.8
★★★
  1. IVPN: VPN veloce con enfasi sul massimo anonimato

    • Minimo numero di server disponibili (145) e di Paesi (35)
    • L’applicazione è solo in inglese
    • Può connettersi solo su 2 dispositivi contemporaneamente
    • La VPN può essere utilizzata in modo anonimo senza un account e-mail
    • Maschera la connessione VPN per HTTPS
    • Opzione di abbonamento a breve termine fino a 1 settimana
    • Audit periodico dell’infrastruttura di sicurezza
    • Supporta il traffico sul router

    Privatus Limited, con sede a Gibilterra, è la società che sta dietro a IVPN. Sono disponibili due diverse tariffe, la Standard e la Pro, con alcune caratteristiche aggiuntive. Questa recensione riguarda la versione Standard.

    L’abbonamento più breve IVPN dura solo una settimana, che può essere utilizzata per provare il prodotto. La versione gratuita o di prova IVPN non è disponibile. L’abbonamento più conveniente è quello triennale, dove si paga €3,63 mensilmente. Oltre alla carta o al Bitcoin, le opzioni di pagamento includono, ad esempio, un’opzione di pagamento in contanti curiosa per gli standard delle VPN. Per garantire il massimo anonimato, non è necessario fornire un indirizzo e-mail per utilizzare IVPN; viene generato un codice di identificazione unico per l’associazione.

    Il IVPN può essere utilizzato solo su 2 dispositivi contemporaneamente. Lo svantaggio rispetto ad altre VPN è il basso numero di server (145) e di Paesi disponibili (35). Ad esempio, Surfshark gestisce server 3.200 e Private Internet Access ha 5.813. L’applicazione e l’assistenza agli utenti IVPN sono disponibili solo in inglese.

    D’altra parte, IVPN offre una buona velocità di trasferimento e una serie di funzioni per garantire la sicurezza e l’anonimato su Internet. Le funzioni includono un kill switch, server DNS privati o supporto per i router, compensando in parte il numero inferiore di dispositivi connessi simultaneamente. Inoltre, IVPN è molto trasparente, non memorizza alcun registro o attività, come regolarmente documentato dagli audit di, ad esempio, Cure53.

  2. IVPN Abbonamento: Codice sconto, prova gratuita, garanzia di rimborso…

    • Prezzo: €5,59​35% di sconto  €3,63 /mese (2 dispositivi)
    • Soddisfatti o Rimborsati: (30 giorni)
    • Versione di Prova Gratuita: No
    • Pagamento in criptovaluta:
      Bitcoin :
      Dash :No
      Ethereum :No
      Ripple :No

    IVPN Standard è la versione base della VPN di Privatus Limited. La versione Pro con funzioni aggiuntive è più costosa del 40-60% circa, a seconda della durata dell’abbonamento.

    Non esiste una versione gratuita o un periodo di prova. Il vantaggio di IVPN è la flessibilità dell’abbonamento; la versione più breve è di una sola settimana. Le altre opzioni sono un mese, un anno, due anni e tre anni, che sono le più convenienti. Esiste un abbonamento speciale per le aziende e le organizzazioni no-profit.

    La garanzia di rimborso dura 30 giorni dal momento in cui il servizio viene pagato.

    Può utilizzare una carta di credito, Paypal, Monero e le criptovalute Bitcoin, o contanti quando paga i servizi IVPN o quando acquista un abbonamento per un anno o più.

  3. IVPN e dispositivi supportati: Android, iOS, macOS…

    • Limite dispositivi: 2

    Piattaforme supportate

    • Android:
      Android è supportato dal 98 % delle VPN recensite
    • Android TV:
      No
      Android TV è supportata dal 36 % delle VPN recensite
    • Apple TV:
      No
      Apple TV è supportata dal 18 % delle VPN recensite
    • Fire TV:
      Fire TV è supportata dal 43 % delle VPN recensite
    • Chromebook:
      No
      Chromebook è supportato dal 20 % delle VPN recensite
    • Chromecast:
      No
      Chromecast è supportato dal 16 % delle VPN recensite
    • iOS:
      iOS è supportato dal 99 % delle VPN recensite
    • Kodi:
      Kodi è supportato dal 21 % delle VPN recensite
    • Linux:
      Linux è supportato dal 61 % delle VPN recensite
    • Mac:
      Mac è supportato dal 98 % delle VPN recensite
    • NAS:
      NAS è supportato dal 24 % delle VPN recensite
    • nVidia Shield:
      No
      nVidia Shield è supportato dal 14 % delle VPN recensite
    • Playstation:
      No
      La Playstation è supportata dal 20 % delle VPN recensite
    • Raspberry Pi:
      No
      Il Raspberry Pi è supportato dal 17 % delle VPN recensite
    • Roku:
      No
      Roku è supportato dal 16 % delle VPN recensite
    • Router:
      I router sono supportati dal 53 % delle VPN recensite
    • Windows:
      Windows è supportato dal 100 % delle VPN recensite
    • Xbox:
      No
      Xbox è supportato dal 20 % delle VPN recensite

    Estensioni del Browser

    • Brave :
      No
      L'estensione del browser Brave è offerta dal 43 % delle VPN recensite
    • Chrome :
      No
      L'estensione di Chrome è offerta dal 43 % delle VPN recensite
    • Edge :
      No
      L'estensione del browser Edge è offerta dal 21 % delle VPN recensite
    • Firefox :
      No
      L'estensione del browser Firefox è offerta dal 34 % delle VPN recensite
    • Opera :
      No
      L'estensione del browser Opera è offerta dal 43 % delle VPN recensite
    • Safari :
      No
      L'estensione del browser Safari è offerta dal 0 % delle VPN recensite
    • Vivaldi :
      No
      L'estensione del browser Vivaldi è offerta dal 43 % delle VPN recensite

    IVPN può essere utilizzato solo su 2 dispositivi contemporaneamente. L’applicazione non ha limiti di trasferimento dati.

    Le piattaforme supportate includono Windows, macOS, Android, iOS e Linux. Il IVPN supporta i NAS e può essere installato sui router (le istruzioni sono disponibili nel supporto). Sono disponibili anche router Vilfo, che funzionano con IVPN e possono ampiamente aggirare la limitazione di utilizzarlo solo sui dispositivi 2.

    Gli utenti di Kodi e Fire TV possono seguire le istruzioni per impostare OpenVPN e utilizzare IVPN anche su questi dispositivi. Le Smart TV o le console di gioco non sono supportate e IVPN purtroppo non ha nemmeno un’estensione per il browser.

  4. IVPN App: Facilità d’uso, whitelist, scelta del server…

    • Lingue dell’App: 🇺🇸 inglese
    • Whitelisting:
      Il whitelisting è supportato dal 52 % delle VPN recensite

    L’applicazione IVPN è disponibile solo in inglese, ma questo non costituisce un ostacolo al normale utilizzo del servizio. L’applicazione per cellulari e desktop è intuitiva da usare. Non è necessario ricordare una password per accedere, basta inserire l’ID dell’account sul dispositivo e, se l’abbonamento è attivo, la VPN apparirà automaticamente. L’applicazione desktop le consente di scegliere tra le modalità dark e light.

    La VPN si accende semplicemente premendo un pulsante. Può scegliere un server VPN sulla mappa o da un elenco, dove c’è l’opzione di connettersi in modo casuale o di utilizzare il server più veloce del momento. Dall’elenco dei server, può creare un elenco di preferiti o bloccare quelli a cui non vuole mai connettersi automaticamente.

    L’applicazione consente di identificare le reti Wi-Fi sicure e non sicure e di impostare il comportamento di IVPN dopo la connessione ad esse. Per le reti sicure, la VPN può rimanere disattivata ed essere attivata per quelle sconosciute, per evitare la perdita di dati.

    Se ha bisogno di disattivare la VPN per un breve periodo, non è necessario spegnere l’applicazione; la versione desktop consente di impostare una pausa con riconnessione automatica.

    Per IVPN, può impostare la connessione automatica all’avvio del computer. Nell’app, può utilizzare il firewall IVPN, che rimane attivo anche quando la connessione VPN è disattivata.

  5. IVPN Velocità di connessione: Upload, Download e Latenza

    • Trasferimento dei dati: Illimitato

    Velocità di download

    Velocità di upload

    Latenza dei server

    L’applicazione IVPN si è avviata rapidamente sia sul telefono che sul computer; inoltre, la connessione alla VPN è avvenuta senza ritardi evidenti su entrambi i tipi di dispositivi.

    Misurando la velocità di download, la velocità con la VPN era leggermente più lenta rispetto a quella senza, ma scegliendo di connettersi al server più veloce, la 209 Mb/s raggiunta era comodamente sufficiente per riprodurre contenuti video 4K.

    Il caricamento 111 Mb/s ha subito un rallentamento più significativo, ma la velocità raggiunta è ancora sufficiente per caricare i file.

    Anche la velocità di risposta di 10 ms è peggiorata, sebbene rientri ancora nella metà migliore dei fornitori di migliori VPN IVPN.

  6. IVPN posizioni del server

    • Numero di server:
      145
      Il numero medio di server delle VPN recensite è di 1699.
    • Numero di paesi:
      35
      Il numero medio di Paesi offerti dalle VPN recensite è di 41.
    Europa 🇧🇪 Belgio 🇧🇬 Bulgaria 🇨🇿 Cechia 🇩🇰 Danimarca 🇫🇮 Finlandia 🇫🇷 Francia 🇮🇸 Islanda 🇮🇹 Italia 🇱🇺 Lussemburgo 🇭🇺 Ungheria 🇩🇪 Germania 🇳🇱 Olanda 🇳🇴 Norvegia 🇵🇱 Polonia 🇵🇹 Portogallo 🇦🇹 Austria 🇷🇴 Romania 🇸🇰 Slovacchia 🇬🇧 Regno Unito 🇷🇸 Serbia 🇪🇸 Spagna 🇸🇪 Svezia 🇨🇭 Svizzera 🇺🇦 Ucraina
    America del Nord 🇨🇦 Canada 🇺🇸 USA
    America del Sud 🇧🇷 Brasile
    Asia 🇭🇰 Hong Kong 🇮🇱 Israele 🇯🇵 Giappone 🇲🇾 Malaysia 🇸🇬 Singapore 🇹🇼 Taiwan
    Africa 🇿🇦 Repubblica Sudafricana
    Oceania 🇦🇺 Australia

    IVPN offre una quantità di Paesi e server inferiore alla media. Gli utenti possono scegliere tra 145 server in 35 Paesi di tutto il mondo. Tutti i server sono gestiti direttamente da IVPN, nessuno di essi è virtuale.

    I server sono disponibili anche negli Stati Uniti, in Canada, Australia, Regno Unito e Sudafrica. L’applicazione IVPN separa l’elenco dei server per protocollo in OpenVPN e Wireguard.

    I singoli server possono essere salvati tra i preferiti nell’app, utilizzare la funzione di connessione casuale o connettersi al server più veloce del momento. Inoltre, i server selezionati possono essere aggiunti alla lista nera e, se viene utilizzata una connessione casuale, IVPN non si connetterà ad essi. Per tutti i server, viene visualizzato il tasso di risposta attuale.

    Il IVPN non offre server in località con censura controllata dallo Stato, come Russia, Cina o India.

  7. IVPN Caratteristiche di sicurezza: Protezione perdita DNS, Kill Switch…

    • Protezione DNS:
      La protezione DNS è offerta dal 92 % delle VPN recensite.
    • Kill switch:
      Il Kill Switch è offerto dal 87 % delle VPN recensite.
    • Multi-Hop:
      No
      La connettività Multi-Hop è offerta dal 20 % delle VPN recensite.
    • Tor:
      No
      Il supporto di Tor è offerto dal 19 % delle VPN recensite

    La protezione DNS di IVPN è fornita dai suoi server. Nel test, l’applicazione è stata in grado di nascondere il nostro indirizzo IPv4 reale e le informazioni DNS.

    Il IVPN funziona con protocolli di crittografia a 256 bit: OpenVPN UDP, OpenVPN TCS e IPSec IKEv2.

    Il protocollo Wireguard utilizza diversi strumenti di crittografia: Curve25519 per lo scambio di chiavi, Salsa20 per la crittografia simmetrica e Poly1305 per i codici di autenticazione dei messaggi e comunica solo su UDP, non su TCP come altri protocolli. Nell’applicazione IVPN, il protocollo selezionato può essere scelto manualmente. Per i protocolli WireGuard e OpenVPN, i server sono suddivisi in alcune località. Tutti i protocolli disponibili sono ampiamente utilizzati dai fornitori di VPN.

    È possibile impostare una protezione aggiuntiva sul computer con “Autenticazione app migliorata”, in base alla quale verrà richiesta una password ogni volta che viene avviata un’applicazione.

    Il kill switch è supportato sia nelle applicazioni mobili che in quelle desktop. La funzione kill switch disconnette il dispositivo da Internet se la connessione alla VPN viene interrotta. In questo modo si evita la perdita di dati e la divulgazione dell’indirizzo IP reale dell’utente.

    Inoltre, è possibile attivare lo split tunneling sui dispositivi mobili Android e scegliere quali applicazioni saranno utilizzate senza protezione VPN. La funzione Multi-hop per connessioni multiple è disponibile solo nella versione Pro.

    Il IVPN offre anche un firewall personalizzato che può essere attivo senza che l’app VPN sia in esecuzione o solo su richiesta all’avvio della VPN.

  8. IVPN & Streaming: Netflix, YouTube, Amazon Prime…

    • Amazon Prime:
      No
      Lo streaming di Amazon Prime è supportato dal 52 % delle VPN recensite
    • Disney:
      No
      Lo streaming di Disney+ è supportato dal 53 % delle VPN recensite
    • HBO:
      No
      Lo streaming di HBO è supportato dal 57 % delle VPN recensite
    • Hulu:
      No
      Lo streaming di Hulu è supportato dal 49 % delle VPN recensite
    • Netflix:
      Lo streaming di Netflix è supportato dal 67 % delle VPN recensite
    • Youtube:
      Lo streaming di YouTube è supportato dal 97 % delle VPN recensite

    IVPN non offre alcun server di streaming dedicato e sul suo sito nota esplicitamente che non garantisce la riproduzione di video. Netflix, HBO e altre piattaforme combattono attivamente le VPN bloccando i loro indirizzi IP, e IVPN è specializzato soprattutto nella privacy degli utenti.

    Testando IVPN, siamo riusciti a sbloccare Netflix e YouTube. Siamo riusciti a scegliere un server e a sbloccare lo streaming di contenuti locali.

    Nonostante i ripetuti tentativi, non siamo riusciti a sbloccare le piattaforme Disney Plus, Hulu, Amazon Prime Video o HBO. Per lo streaming, altre VPN che offrono una copertura e un supporto migliori sono una scelta migliore. Ad esempio, NordVPN o CyberGhost VPN ottengono risultati eccellenti.

    La velocità di trasferimento dati di IVPN è comunque sufficiente per la riproduzione ininterrotta di video 4K.

  9. Caratteristiche di IVPN: AdBlock, IP statico…

    • Blocco Pubblicità:
      Il blocco delle pubblicità è offerto dal 44 % delle VPN recensite
    • Blocco Malware:
      Il blocco del malware 33 % delle VPN recensite
    • Blocco Tracker:
      Il blocco dei tracker è offerto dal 38 % delle VPN recensite

    IVPN offre un kill switch che disconnette l’utente dalla rete quando la connessione VPN viene persa. Inoltre, lo split tunneling può essere utilizzato nell’applicazione Android, dove si possono selezionare le applicazioni per comunicare con Internet al di fuori della VPN.

    Le funzioni dell’app IVPN includono anche la protezione AntiTracker, che blocca gli annunci, i siti rischiosi e il tracciamento di terze parti. Il livello di protezione può essere impostato sulla “modalità HardCore”, che blocca l’accesso ai siti di Google e Facebook che raccolgono il maggior numero di dati sugli utenti.

    Una comoda funzione dell’applicazione IVPN è la possibilità di mettere in pausa la VPN solo per un periodo di tempo, in modo da non spegnere il servizio e dimenticare di riaccenderlo.

    L’utilizzo della VPN può essere tenuto segreto con la funzione Obfsproxy. Questo metodo viene utilizzato per mascherare l’uso della VPN in Paesi con controllo governativo di Internet, come Cina, Vietnam o Iran, ed eventualmente in Paesi in cui l’uso della VPN non è legale. Il traffico dati con Obfsproxy abilitato appare come un normale HTTPS all’esterno.

    Il IVPN non offre indirizzi IP statici o dedicati per ottenere una maggiore privacy del cliente. Ciò è garantito proprio dal maggior numero di persone che utilizzano i server.

    Inoltre, la variante Pro può attivare la funzione Multi-hop, che instrada le connessioni attraverso due server diversi contemporaneamente. L’utente può scegliere autonomamente la coppia di server, mentre altri fornitori di VPN hanno coppie fisse.

    Non è possibile utilizzare IVPN per connettersi al browser Tor.

  10. Utilizzo della CPU di IVPN e prestazioni dell’applicazione

    Le applicazioni VPN sono sviluppate in modo da non porre requisiti troppo elevati al dispositivo e il loro utilizzo non limita l’uso del computer. L’applicazione IVPN viene eseguita in background e può essere completamente disattivata quando la protezione VPN è disabilitata.

    L’applicazione IVPN occupa circa 260 MB di spazio su disco. L’applicazione ha occupato in media lo 0,15% della potenza di calcolo e l’impatto sul consumo della batteria è stato compreso tra lo 0,1 e lo 0,2%. L’applicazione ha occupato 40 MB di RAM.

    Dati questi numeri, probabilmente non si accorgerà nemmeno che l’applicazione è in esecuzione quando utilizza una VPN sulle prestazioni.

  11. IVPN Server torrenting

    • Torrent:
      Il supporto al torrent è offerto dal 89 % delle VPN recensite

    IVPN non limita in alcun modo il traffico P2P, ma allo stesso tempo non offre server torrenting dedicati.

    Il fatto che IVPN non riduca troppo la velocità di connessione e non abbia limiti sulla quantità di dati trasferiti, lo rende adatto al torrenting.

    In relazione al torrenting, IVPN chiede solo agli utenti di non utilizzare i server statunitensi per la condivisione P2P, in quanto l’azienda ha ricevuto diverse notifiche di copyright e c’è il rischio che i server qui vengano rimossi dal menu.

  12. Qual è il Paese di origine di IVPN?

    • Fornitore VPN: IVPN Limited
    • Paese d’origine: 🇬🇮 Gibilterra

    IVPN è gestito da Privatus Limited, una società registrata a Gibilterra.

    Gibilterra non è un membro delle alleanze 5/9/14 Eyes, che hanno un accordo di condivisione dell’intelligence. Tuttavia, è un territorio britannico, che può scavalcare i regolamenti di Gibilterra in casi particolari. Pertanto, il Paese è talvolta considerato un membro dell’alleanza 14 Eyes.

  13. IVPN e Privacy: Politica di registrazione, problemi legati alla sicurezza…

    • Nessuna registrazione:
      La Politica No-Log è rispettata dal 78 % delle VPN recensite.

    Per gli operatori di IVPN, la privacy dei clienti è una priorità assoluta. Pertanto, non è richiesta alcuna registrazione o indirizzo e-mail per utilizzare la VPN, ma verrà generato un ID utente unico come identificazione. Tuttavia, questo significa che l’azienda non può contattare direttamente l’utente in caso di problemi tecnici con il servizio, ad esempio. L’e-mail può essere inserita volontariamente nell’applicazione.

    Inoltre, IVPN non raccoglie altri dati personali come l’indirizzo IP o il nome. Se viene utilizzata una carta di credito o Paypal per pagare l’abbonamento, un ID di pagamento viene associato all’account utente.

    I log, le richieste DNS, il tempo di visita a singoli siti e applicazioni, o gli indirizzi IP dei clienti non vengono memorizzati da IVPN.

    Il IVPN è soggetto alla giurisdizione di Gibilterra, che in alcuni casi può rientrare nel Regno Unito e per questo è spesso classificato come Paese dell’Alleanza 14 Occhi. Privatus Limited afferma che se riceve un ordine del tribunale di consegnare i dati, deve rispettarlo. Aggiunge inoltre che non richiede i dati personali dei clienti, quindi non ha nulla da consegnare alle autorità.

    Nel caso in cui una modifica della legge rendesse necessaria la conservazione dei dati dei clienti, questi ultimi saranno avvisati e IVPN cercherà di cambiare giurisdizione in modo da poter continuare a fornire servizi secondo i termini esistenti.

    La IVPN gestisce i propri server, quindi non c’è il rischio che i dati vengano utilizzati da altre aziende.

    I dati raccolti da IVPN includono i log dei crash quando si verificano problemi con l’applicazione. Se utilizza applicazioni mobili, verranno inviati automaticamente dati anonimizzati sulla versione dell’applicazione o sul sistema operativo del dispositivo utilizzato, per aiutare a risolvere i bug e prevenire problemi futuri. Può disattivare l’invio di dati nelle impostazioni dell’app. Quando utilizza IVPN su un desktop, la funzione di upload è automaticamente disattivata, tuttavia può essere attivata manualmente.

    Quando utilizza le app su iOS e Android, potrebbe essere richiesto l’accesso al dispositivo, ad esempio per utilizzare la fotocamera durante la scansione di un codice QR o per accedere all’SSID Wi-Fi quando è attivata la protezione della connessione.

    L’operatore IVPN pubblica annualmente un “Rapporto di trasparenza” in cui pubblica le richieste di rilascio e gestione dei dati da parte delle autorità. Ogni mese viene pubblicato un “Warrant Canary” con informazioni sulla presenza di perquisizioni o sequestri di dati in base a un ordine del tribunale.

    Il servizio IVPN viene controllato per la sicurezza da Cure53, una società indipendente. Come parte del rapporto, rilascia informazioni sui risultati dell’audit e un impegno su come affronterà le carenze identificate.

    È uno dei pochi servizi IVPN a pubblicare il codice sorgente del suo programma su GitHub, in modo che gli utenti esterni all’azienda possano contribuire allo sviluppo dell’applicazione.

  14. IVPN Assistenza: Chat, e-mail…

    Il IVPN offre la Chat dal vivo sul suo sito, ma non è disponibile ininterrottamente. Può comunque utilizzare l’indirizzo e-mail support@ivpn.net per contattare l’assistenza tecnica. Uno dei fondatori dell’azienda afferma nei forum che l’azienda risponde al 99% delle e-mail e risolve tutte le richieste entro 8 ore. L’assistenza è fornita solo in inglese.

    Una grande quantità di informazioni sull’applicazione o sui problemi è disponibile nelle schede “Guide” e “Aiuto”, che fungono da database delle domande più frequenti. Il IVPN ha anche un proprio thread su Reddit, Mastodon e Twitter per segnalare le novità. Gli utenti avanzati possono trovare informazioni anche su GitHub.

  15. Frequenze sulla VPN di IVPN

    Il IVPN è buono?
    Con una valutazione di IVPN, 6,8/10 è uno dei fornitori di servizi VPN superiori alla media. I principali vantaggi di IVPN includono una buona protezione della privacy, un’elevata trasparenza nella gestione dei dati, una buona velocità di trasferimento, un’app intuitiva e una durata flessibile dell’abbonamento.

    Gli svantaggi di IVPN includono la disponibilità dell’applicazione solo in inglese, problemi con lo sblocco dei flussi o la sede a Gibilterra. Quest’ultima è un territorio del Regno Unito, uno dei Paesi in cui i Servizi Segreti possono monitorare l’attività dei cittadini.

    Il IVPN è gratuito?
    Il IVPN è un servizio a pagamento, l’abbonamento più conveniente è di €3,63 al mese. Non esiste una versione gratuita di IVPN né una prova gratuita per provarlo. Tuttavia, i periodi di abbonamento flessibili consentono agli utenti di provare IVPN per, ad esempio, una settimana e poi decidere se rinnovare. Possono anche usufruire di una garanzia di rimborso entro 30 giorni dall’acquisto.
    Il IVPN è adatto per lo streaming?
    Il IVPN non è adatto allo streaming. Il suo operatore afferma direttamente sul suo sito web che, sebbene molti utenti utilizzino le VPN per sbloccare contenuti video stranieri, IVPN si preoccupa principalmente di proteggere la loro privacy. Pertanto, non può garantire la capacità di sbloccare le piattaforme di streaming. Per lo streaming, le scelte migliori sono NordVPN o CyberGhost VPN.

Lascia Recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *